La Camera Civile di Nicosia ha lo scopo di promuovere e favorire gli interessi di tutti coloro che operano nel settore, mirando a mantenere alto il prestigio della categoria nei rapporti con le istituzioni, con la società e, non ultimo, nei rapporti di colleganza professionale.
L’Associazione intende tenere contatti con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nicosia, con le Autorità Giudiziarie, con i rappresentanti dei pubblici poteri e con le altre Associazioni Forensi, puntando a rafforzare i vincoli di solidarietà tra tutti gli operatori del settore giustizia.
Nell’ambito professionale la Camera Civile  si propone di fornire servizi per l’aggiornamento professionale e di promuovere iniziative a favore dei giovani avvocati, non tralasciando di diffondere e caldeggiare i principi di deontologia forense.
La Camera Civile di Nicosia si è costituita con scrittura privata del 7 Luglio 2009 e con deliberazione 27.7.2009 del Direttivo Nazionale è stata ammessa all’unanimità  all’Unione Nazionale Camere Civili. Ha sede presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nicosia (Palazzo di Giustizia) in Via IV Novembre n 1.
Il consiglio nella prima seduta ha nominato:
  • Presidente l’Avv. Antonio LO BIANCO
  • Vice Presidente l’Avv. Salvatore TIMPANARO
  • Segretario  l’Avv. Giovanni CANNATA
  • Tesoriere  l’Avv. Maria LA GANGA CICIRRITTO
  • Consigliere Coordinatore ai sensi dell’art. 9 dello Statuto Sociale l’Avv. Vittorio CENSABELLA.

News


13-04-2011 - IL PRESIDENTE AVV. RENZO MENONI Parma, 12 aprile 2011 A tutti i Presidenti delle Camere Civili aderenti all’U.N.C.C. A mezzo e-mail Loro indirizzi LETTERA CIRCOLARE N. 14/2011 AI PRESIDENTI MEDIAZIONE: ACCOLTA DAL TAR LAZIO L’ECCEZIONE DI LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE DEL D.LGS N. 28/2010, CHE DISCIPLINA LA MEDIAZIONE Caro Presidente, sono veramente lieto di comunicarTi che, con ordinanza oggi depositata (e che Ti allego integralmente) il TAR Lazio – Sez. I, in accoglimento delle argomentazioni difensive svolte dal ricorso proposto dalla nostra Unione Nazionale e del ricorso proposto dall’OUA ed altri, ha sospeso il giudizio e rimesso gli atti alla Corte Costituzionale, ritenendo rilevanti e non manifestamente infondate, in relazione agli articoli 24 e 77 della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 5 del D.Lgs n. 28 del 2010, comma I, primo periodo (che ha introdotto a carico di chi intende esercitare il giudizio un’azione relativa alle controversie nelle materie espressamente elencate, l’obbligo del previo esperimento del procedimento di mediazione), secondo periodo (che prevede che l’esperimento della mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale), terzo periodo (che dispone che l’improcedibilità deve essere eccepita dal convenuto o rilevata d’ufficio dal giudice), nonché, sempre in relazione agli articoli 24 e 77 della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 16, comma I, laddove dispone che abilitati a costituire organismi deputati su istanza della parte interessata a gestire il procedimento di mediazione sono gli enti pubblici e privati, che diano garanzie di serietà ed efficienza (anziché di competenza e professionalità). Si tratta quindi di una prima grande vittoria della nostra Unione Nazionale e di tutta l’Avvocatura sulla questione della mediazione, che conferma la fondatezza delle censure da noi mosse nei confronti della suddetta legge. Anche se non possiamo nascondere la nostra grande soddisfazione, si tratta però solo di una battaglia vinta, perché il TAR Lazio, non ha sospeso il regolamento sulla mediazione e bisognerà attendere quindi la decisione della Corte Costituzionale. A maggior ragione, comunque, dovremo tutti astenerci dalle udienze il prossimo 14 e 15 aprile, per dare un segnale forte alla politica e al Ministero della Giustizia. Ti prego voler diffondere al più presto fra i Tuoi associati il contenuto della presente ordinanza, complessa e ben articolata, nella quale – fra l’altro – si afferma espressamente la piena legittimazione a proporre ricorsi giurisdizionali da parte della nostra Unione Nazionale, in quanto rappresentativa degli interessi collettivi della categoria. (Non ad identiche soluzioni è giunto il TAR con l’OUA, rinviando sul punto il proprio pronunciamento definitivo al momento della sentenza). Un cordiale saluto Renzo Menoni

 

C.d.O./C.N.F./Cassa Forense

Associazioni Avvocati/Praticanti

Autorità giudiziarie

Siti utili

Numeri di telefono

Trasporti

Comuni italiani

Calcolo interessi e
tariffe forensi

istituzioni

Ricerca norme e giurisprudenza

   

link studi legali di riferimento

Studio Legale di Antonio Lo Bianco www.studiolegalelobianco.it
 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS